…e da bere cosa le porto?

Questa è la domanda che sempre ci sentiamo rivolgere quando ordiniamo una pizza. Perché se è vero che al ristorante è il personale stesso a suggerire il miglior abbinamento cibo-bevanda (in genere vino ma anche superalcolici e di recente anche cocktails) in pizzeria ognuno ha il proprio gusto personale.

Quasi nessuno, a meno che non si tratti di raffinati esperti, fa riferimento alla tabella dei sapori per equilibrare o contrastare eventuali eccessi, ci si affida invece all’ istinto, al gusto o alla moda.

MODA – Ora la moda ci porta ad affiancare alla pizza (ma anche ad altri piatti) il più adatto cocktail, studiato e preparato in base alla pizza scelta: siamo nella sfera raffinata del food pairing e certamente ci accingiamo a gustare un’ottima pizza gourmet.

TRADIZIONE – La tradizione vuole che accanto alla pizza ci sia un bel boccale di birra, meglio se artigianale. Questo accostamento attenua notevolmente la sapidità della pizza e, grazie alla presenza di anidride carbonica, lascia in bocca una piacevole sensazione di freschezza.

CLASSICO – Chi ama il classico invece non si discosta dal binomio vino pizza. I più tradizionali sceglieranno vino rosso leggero e una pizza semplicissima come già si faceva già in antichità quando la pizza sfamava gli uomini durante le giornate di duro lavoro. Un vino bianco frizzantino è invece adatto alle pizze più elaborate perchè più fresco e dissetante

ANALCOLICO – Anche le bibite analcoliche rientrano tra le scelte di accostamento tradizionale. Spessp gasate e zuccherine fanno un ottimo contrasto con le pizze rosse o bianche molto saporite. Ovviamente ideali per i giovanissimi e gli astemi. Analizzati quindi i diversi accostamenti pizza-drink possiamo facilmente concludere che l’abbinamento è ad assoluto gusto personale, che con la pizza qualsiasi bevanda si sposa bene e che l’importante è sempre averne nel piatto una buona!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *